Industry 4.0: IoT, cogntive, big data e robotics

Andando a fare un pò di pulizia, ho ritrovato il video e il testo integrale dello speech, fatto ormai più di un anno fa, in occasione dell’evento IBM Business Connect 2016 il cui contenuto, che riporto di seguito, è ancora oggi molto attuale.

Industry 4.0

Benvenuti nell’era dell’Industria 4.0, dove la robotica reinventa non solo il processo industriale, rendendo automatizzata e interconnessa la produzione, ma rivoluziona completamente anche il mondo dei servizi e la vita di tutti noi:
quando entriamo in un centro commerciale, in farmacia o facciamo check-in alla reception di un hotel, oppure semplicemente per accendere una luce o tagliare il prato di casa.

Industry4.0

Per questo breve viaggio alla scoperta dei nuovi trend digitali, vi ho presentato un amico: Pepper. Prodotto da SoftBank Robotics, è il primo social robot capace di riconoscere le principali emozioni umane e di interagire proattivamente con l’ambiente circostante. Lanciato a Tokyo nel 2014, Pepper è alto 120 cm e pesa solo 28 chilogrammi, ha un touchscreen 10 pollici, numerosi sensori ambientali e camere 3D/2D per il rilevamento di persone e dei loro movimenti. E soprattutto, Pepper dialoga con l’ambiente e con tutti i device attorno a lui, integrandosi in modo naturale con ogni contesto circostante.Info Pepper
Internet of Things

Pepper è Internet of Things perché è la somma di sensori evoluti connessi tra loro e con il mondo esterno, abbattendo la divisione tra mondo fisico e mondo dei dati digitali. Gli scenari di utilizzo di Pepper sono moltissimi; non è solo un nuovo touchpoint con un’interfaccia user-friendly o solo un intrattenitore umanoide in grado di comunicare, è un sistema complesso che raccoglie ed analizza dati per fornire informazioni a supporto delle attività umane.

Quando oggi parliamo di Internet of Things, non dimentichiamoci quindi di Pepper e delle sue infinite applicazioni.

Pepper e i robot dell’Era Cognitiva, imparano in ogni situazione dai dati via via raccolti e grazie all’interazione con i sistemi in cloud comunicano con chi sta loro attorno, utilizzando in tempo reale le informazioni analizzate.

internet_of_things

Big Data

Fino ad oggi infatti solo una piccolissima percentuale dei dati raccolti viene utilizzata per migliorare le esperienze delle persone nei vari contesti pubblici e privati. Big Data e Open Data nella migliore delle ipotesi vengono centralizzati e conservati, ma una volta raccolti non sempre contribuiscono a creare valore per le aziende o le persone, o a generare revenue attraverso la definizione di nuovi modelli di business.

Avete visto nel video come Pepper mi assiste, quanto conosce le mie preferenze d’acquisto e come mi guida facilmente nel localizzare i servizi all’interno del centro commerciale?

Big_data

L’analisi cognitiva dei dati

Tutto questo è possibile grazie all’integrazione con IBM Watson, il sistema cognitivo in grado di analizzare e correlare dati strutturati e non strutturati (immagini, audio, testi), di imparare in maniera automatica e fornire informazioni e previsioni attendibili basate sui dati elaborati.

I Big Data possono quindi finalmente essere utilizzati in un contesto reale, come quello della vendita di un prodotto, generando un effetto immediato sulla Customer Experience e creando valore per il consumatore grazie alla continua elaborazione dei dati e la continua interazione.

Analisi_cognitiva

Pepper, case studies

Cosa significa questo per le aziende? Nescafè ha installato 1.000 esemplari di Pepper per i suoi negozi in Giappone e ha registrato un aumento delle vendite del 20%. Nella catena LOFT, Pepper è stato impiegato con successo come consulente per la vendita di prodotti cosmetici.

E le applicazioni di Pepper non riguardano solo il mondo del Retail: sono potenzialmente infinite.

Vi faccio qualche esempio: SNCF, società ferroviaria francese, ha introdotto Pepper nelle stazioni per aiutare i passeggeri ad orientarsi e registrare il loro livello di soddisfazione dei servizi. Costa Crociere ha imbarcato un nuovo marinaio a bordo delle navi con il compito di intrattenere gli ospiti, guidarli durante l’imbarco, fornirgli consigli su ristoranti, eventi ed escursioni e assisterli nel corso dell’intero soggiorno; il tutto per migliorare l’esperienza di viaggio dei crocieristi di tutte le età.

In campo medico Pepper, che parla correttamente 19 lingue, è stato introdotto in ospedale per accogliere i pazienti nel reparto maternità e per uso terapeutico con i bambini.

C’è un ultimo case di cui vi voglio parlare e di cui sono molto orgoglioso, da noi realizzato negli Emirati Arabi, dove Pepper viene impiegato nel nuovo modello di filiale di Emirates NDB per accogliere e orientare la clientela, gestire la coda, raccogliere preziosi insight e presentare i prodotti e servizi innovativi nell’ambito del digital banking.

Pepper è anche integrato con il Dubai Government Happines Meter, un’iniziativa del progetto Smart Dubai, che misura interattivamente il livello di soddisfazione dei cittadini e dei turisti rispetto ai servizi offerti.

Case_studies

Pepper

Come dicevo: applicazioni infinite nei contesti più diversi.

Benvenuti nel mondo di Pepper!

Altre fonti: https://video.panorama.it/panoramaditalia-video/panoramaditalia-milano-video/francesco-meani-fullsix-vi-presento-pepper-il-social-robot/